RECENSIONE: "L'ENNESIMA INVOLONTARIA INCHIESTA DELL'INEFFABILE DI TUCCIO" di Valerio Tagliaferri


La nostra Dott.ssa Biotech ha letto per noi il Thriller di Valerio Tagliaferri "L'ennesima involontaria inchiesta dell'ineffabile Di Tuccio".
 

 
TITOLO: L'ennesima involontaria inchiesta dell'ineffabile Di Tuccio
AUTORE: Valerio Tagliaferri
GENERE: Gialli/Thriller
EDITORE: Self Publishing
FORMATO: Cartaceo e Digitale

 
 
 Ringraziamo l'autore per la copia digitale omaggio
 
 
 
 
 
 

Una morte così banale da diventare sospetta.
Una storia così drammatica da sembrare irreale.
Un personaggio pubblico così famoso da essere quasi invisibile.
Uno sconosciuto così misterioso da essere disperatamente indecifrabile.
Perugia, ancora una volta, torna ed essere la scena di un mistero letale nel quale l’inconsapevole Di Tuccio, come sempre, ci scivola inesorabilmente dentro.
Questa volta, nei meandri dell’antica città etrusca, il curioso esploratore dell’animo umano Corrado Di Tuccio, dovrà confrontarsi con la violenta risacca che esplode quando l’onda del passato si scontra contro quella del presente.


Corrado Di Tuccio è un uomo fondamentalmente solo: si è lasciato con la moglie, ha un problema al nervo sciatico che lo costringe a fare lunghe passeggiate per contrastare il dolore, e il suo hobby preferito è leggere sui diversi quotidiani le ultime notizie in fatto di cronaca. Ed è proprio così che, un bel giorno, si imbatte in una notizia alquanto strana: pare che un famoso personaggio pubblico sia morto cadendo dalle scale. Una morte davvero bizzarra. Ma Corrado non è molto convinto che si sia trattato davvero di morte accidentale, come viene definito il caso prima di essere archiviato. La sua curiosità lo porterà inevitabilmente ad essere coinvolto nella vicenda, e a scoprire le verità nascoste al suo interno.

“L’ennesima involontaria inchiesta dell’ineffabile Di Tuccio” è un romanzo giallo, abbastanza soft a mio avviso. La prima parte del libro procede molto lentamente poiché si concentra soprattutto sul personaggio di Corrado Di Tuccio, sulla sua vita e, più nello specifico, sul suo hobby preferito: la lettura di articoli di cronaca nera, che leggeremo insieme a lui. Nella seconda parte ci si addentra pian piano nel “vivo” della scena, in cui entra in gioco anche il suo amico poliziotto, insieme al quale Corrado sbroglierà i nodi del caso.

Lo stile è molto scorrevole, la scrittura è semplice, colloquiale. Per essere un giallo l’ho trovato davvero molto soft per i miei gusti. Sicuramente una lettura non ricca di adrenalina, ma che si legge tranquillamente in un paio d’ore.

Adatta agli amanti del giallo, se volete concedervi qualche ora in totale relax. 

A CURA DI

VOTO

 


Commenti