INTERVISTA AL PERSONAGGIO #34: "ANGELO/ANGELA" - Maria Cristina Buoso




Nuova Intervista al Personaggio sul blog.
Oggi conosceremo Angelo, protagonista del romanzo di Maria Cristina Buoso "Anime".





Chi è’ (NOME PERSONAGGIO)? 
Angelo e poi diventerò Angela
Cosa ne pensi della tua storia? Nei limiti dello spoiler, sei contento di quello che ti capita nel romanzo? 
E’ stato un  percorso difficile, avrei preferito una famiglia diversa,  ma forse con  esperienze diverse non sarei la persona che sono diventata. Si,  non  mi dispiace la vita che l’autrice  ha scelto per me.
Hai degli hobby di cui il tuo autore parla nel libro? 
Un vero e proprio hobby…no. Ma ho lavorato in  un  panificio e mi sono appassionato a fare i dolci.
Che personaggio sei? Un protagonista amato sin da subito o no? 
Sono un  uomo che ha sempre avvertito dentro un qualcosa di diverso, ma con  un carattere che mi ha sempre portato a farmi amare dalle persone che ho incontrato nel mio percorso di crescita, forse perché mi sono sempre posto a fianco e non  in contrasto con chi incontravo. Per cui, credo di essere sempre stato amato anche quando le ho ferite senza volere. 
Pensi che qualche lato del tuo carattere possa appartenere al tuo autore? 
Non  lo so. Non  ci ho mai pensato.
Tre aggettivi che ti descrivono. 
Gentile, insicuro, caparbio.
Parlaci della città dove è ambientata la tua storia. 
Nella prima parte della storia mi trovo in  un paesino costiero della Svezia, che vive di pesca e dove la vita è semplice. Nella seconda parte a Bologna,  una città piena di vita e di persone di varie etnie.
Che rapporto hai con gli altri personaggi del romanzo? Ti va di presentarceli? 
I personaggi  che dividono con me la storia sono di due tipi,  i primi si potrebbero definire comparse che mi permettono di crescere e che mi accolgono con  il loro affetto e amicizia. Mentre gli alti compagni di viaggio sono mia moglie e mia figlia,  due presenze importanti nella mia vita di uomo che si crea il proprio posto nel mondo.
La tua storia avrà un seguito?
Non credo,  ha una sua conclusione logica…. Ma non si può mai sapere se fra qualche 10 o 20 anni,  l’autrice vorrà vedere come sarà la nostra vita.
Se potessi cambiare il lavoro che il tuo autore ti ha affibbiato nel romanzo, cosa ti piacerebbe fare? 
Avendo fatto lavori diversi nel percorso di vita… non credo che cambierei lavoro, soprattutto perché  mi ha permesso di incontrare la persona che mi ha aiutato a capire il motivo del mio malessere.
Cosa pensano di te i lettori nelle loro recensioni? 
Devo dire che fino ad ora nessuno è stato deluso di aver letto la storia che mi riguarda, a volte si sono stupiti perché si aspettavano altro, ma nessuno ha avuto una critica gratuita nei miei confronti, e visto l’argomento particolare,  ne sono felice.
Se potessi entrare nel romanzo di un altro autore, in quale ti piacerebbe finire e perché?
Invece di un  libro, visto l’argomento, mi piacerebbe essere nel film Victor Victoria del 1982 diretto da Blake Edwards, vale lo stesso come scelta?
C’è un messaggio all’interno del romanzo che secondo te il tuo autore vuole trasmettere ai lettori?
Tolleranza e rispetto.
Tre buoni motivi per leggere la tua storia. 
Originalità della storia, ironia e leggerezza di scrittura, brevità del libro.
Rivolgiti direttamente ai lettori e cerca di catturare la loro attenzione affinché acquistino il romanzo del tuo autore. 
Anime è un  libro che non vi deluderà, che vi conquisterà malgrado la vostra reticenza all’argomento, che vi farà sorridere e vi parlerà dell’amore da tre punti di vista diverso. Se non  mi credete, leggetelo e poi mi direte se vi ho detto una bugia.

Grazie a ( Angelo/Angela) per aver partecipato alla nostra intervista e grazie a (Buoso Maria Cristina) che si è prestato al nostro gioco ;)

Commenti

Posta un commento