RECENSIONE: "ESISTENZA: EXISTENCE" di Abbi Glines


Arya ha letto il romanzo di Abbi Glines Esistenza: Existence edito Hope Edizioni.




La diciassettenne Pagan Moore vede le anime dei morti da tutta la vita. È una parte di sé che ha sempre tenuto nascosta. Dopo essersi resa conto che gli sconosciuti che spesso passano attraverso i muri non sono visibili alle altre persone, ha cominciato a ignorarli. Se non faceva capire che li vedeva, allora la lasciavano in pace. Tutto cambia il primo giorno di scuola, quando Pagan vede un ragazzo molto sexy sdraiato su un tavolo da picnic, che la fissa con un sorrisetto divertito. Non solo lui non appartiene al mondo dei vivi, e non scompare neanche quando lei comincia a ignorarlo, ma fa anche una cosa che nessun’altra anima ha mai fatto prima: le parla. Pagan è affascinata dal ragazzo fantasma, con lui è tutto diverso e lei comincia a provare qualcosa di profondo nei suoi confronti. Il ragazzo però non è un’anima come tutte le altre e ben presto infrangerà ogni regola per salvarle la vita.


ringraziamo la casa editrice per la copia digitale omaggio


Pagan Moore non è come le altre adolescenti. Ha un dono che, per molti versi, è anche una dannazione. Riesce a vedere le anime dei morti.

Alcuni di loro non la degnano di uno sguardo, altri la importunano ma lei riesce sempre a evitarli in un modo o nell'altro. Un giorno però accade qualcosa di nuovo eppure strano; un'anima comincia a parlare. Non è però un'anima come le altre perché per lei diventa un vero e proprio amico. 

Accade qualcosa di incomprensibile. L'anima di questo ragazzo molto carino e intrigante, diventa reale. Eh sì, l'anima con cui era solita chiacchierare si chiama Dank, una rockstar che frequenta la sua scuola.

Pagan è confusa. Chi è davvero Dank e cosa vuole da lei? Quando poi la ragazza inizierà a frequentare Leif, il bel quarterback a cui dovrà fare da tutor, tutto si complica: il suo rapporto con Dank, i suoi sentimenti, il suo essere "folle".

Abbi Glines ci presenta in questo suo paranormal romance due personaggi "difficili". Pagan, e il suo dono di vedere le anime e Dank, un'anima che poi tanto anima non è.

Il rapporto tra i due è un continuo saliscendi: di notte il ragazzo si intrufola in casa sua per proteggerla dalle anime che la seguono per avere un contatto diretto con lei e non hanno le migliori intenzioni e la fa addormentare cantandole una ninna nanna speciale, di giorno s'incolla a una tipa vistosa non degnando Pagan nemmeno di un saluto.

Poi c'è Leif. In un primo momento il rapporto tra i due non è dei migliori in quanto Pagan lo reputa troppo montato per i suoi gusti, eppure il ragazzo non è tanto male conoscendolo meglio tant'è che tra i due nasce una relazione che va al di là dell'amicizia.

Leif però nasconde qualcosa e Dank metterà Pagan in guardia. Ma sarà veramente così o è solo la gelosia che fa parlare Dank?

Una trama originale, che si snoda in modo fluido grazie alla penna dell'autrice. La storia di un amore impossibile che nasce tra luce e ombra e che dovrà superare diversi ostacoli lungo il suo cammino, anche a costo di sacrificare la propria vita.

A CURA DI

VOTO 



Commenti