REVIEW PARTY: "IL FUOCO DEL SOSPETTO" (Firefighters #1) di Elizabeth Giulia Grey


Eccoci Amici del Blog, eccezionalmente di domenica, a partecipare al Review Party del nuovo romanzo di Elizabeth Giulia Grey "Il fuoco del sospetto", primo volume della serie Fighters.

Uno strano omicidio si consuma fra le tranquille mura di un appartamento di Manhattan. A compierlo è un uomo misterioso, dal sorriso affascinante e dall’aspetto rassicurante.
Intanto, a pochi isolati di distanza, nella caserma dei vigili del fuoco che serve quello stesso quartiere, Julia Ravera è alle prese con il suo primo giorno da recluta. L’accoglienza che riceve è singolare: se da un lato c’è chi la guarda con curiosità e calore, dall’altro un maschilismo latente sembra non volerle dare tregua. E poi c’è lui, Jamie Fox, il tenente dal carattere solare e dalla bellezza hollywookiana che, appena la vede, si trasforma: il suo viso diventa di pietra, il suo sguardo si incendia, mentre il suo sorriso si spegne con la stessa velocità con cui un fuocherello di campo viene placato da una secchiata di acqua ghiacciata. Jamie la odia per qualche ragione che Julia non riesce a comprendere. Tuttavia non c’è il tempo di approfondire quella strana avversione, perché, durante un intervento, la sua squadra si imbatte in un cadavere quasi totalmente carbonizzato. Indagando in modo discreto, Julia scopre trattarsi della terza vittima morta in circostanze oscure in pochi mesi. La parola serial killer inizia a ossessionarla e, più i giorni passano, più quel dubbio diviene certezza.
Ma di chi può trattarsi? Possibile che le voci che circolano in caserma corrispondano alla realtà? E perché sembra che nessuno voglia metterla al corrente di ciò che sta accadendo?
Sussurri inquietanti, parole appena accennate, frasi lasciate in sospeso.
Poco per volta, però, quasi senza accorgersene, Julia si avvicina alla verità, forse troppo. Il più preoccupato è Jamie, il quale, lottando contro l’ostilità che prova nei suoi confronti, tenta di metterla in guardia, ma non basta perché ormai il vaso di Pandora è scoperchiato.
Il male che incombeva da lontano diventa un pericolo concreto che li coinvolgerà tutti, conducendo a un atto finale ai limiti della tragedia in cui Julia e Jamie saranno costretti a mettere in gioco ogni cosa e a fare i conti con il passato, il presente e il futuro.
Questo è un romanzo attuale, qualcosa che nel 2020 è purtroppo quasi all'ordine del giorno. La storia di violenza sulle donne, di un serial killer malato, misogino, che si nasconde dietro una "maschera" di perbenismo e generosità.
Ma partiamo dall'inizio.

La nostra protaginista è Julia Ravera. Vigile del fuoco che dovrà intraprendere un lungo cammino per poter essere accettata dai suoi colleghi e non vista solo come una donna.
Avrà l'appoggio di Evan, nuova recluta come lei, e di Celine, una poliziotta tosta e diretta. Il suo superiore, il tenente Jamie Fox, non avrà con lei un rapporto del tutto socievole. Sarà distaccato, freddo, quasi maschilista, che sembra avercela con lei per chissà quale motivo mentre Miles, a capo della squadra, sarà più attento alla ragazza, preoccupato per la sua incolumità ma orgoglioso di quello che da sola la giovane è riuscita a conquistare.

Julia non ha un passato facile alle spalle. Si butta così a capofitto nel suo lavoro rischiando diverse volte di farsi veramente male; il coraggio non le manca, forse è anche un po' incosciente nelle sue scelte, ma è altruista e generosa.

Una storia questa di Elizabeth Giulia Grey che riesce a donare alla trama colpi di scena e adrenalina ma, allo stesso tempo, fa riflettere su come molto facilmente si fa abuso di potere credendo di potersi eleggere a giuria, giudice e carnefice.

La narrazione è in terza persona, la scrittura dell'autrice è fluida e diretta e non si perde dietro a periodi arzigogolati.
Un mix tra un thriller, un drama e un romance che vi consiglio di leggere.


Commenti