REVIEW PARTY: "IL CUSTODE DELL'ETERE" - IL RISVEGLIO DELLE TENEBRE di Davide di Lonardo



Eccoci qui Amici del Blog con un nuovo Review Party.
Oggi vi parleremo del romanzo di Davide di Lonardo "Il Custode dell'Etere".

Il male è sempre pronto a infiltrarsi nel nostro mondo. Forze oscure minacciano di trasformare Parigi, un tempo meravigliosa, in un barbaro regno del terrore. Il tiranno Lorcàn, spinto dall'odio verso la corruzione e l'ipocrisia della società in cui vive, è alla ricerca di alcuni antichi e misteriosi manufatti, le Pietre dell'Etere, cinque gemme leggendarie, capaci di liberare un potere inestimabile.

Il Custode dell'Etere è il primo romanzo di una serie Fantasy. Era da un po' che non leggevo un Epic Fantasy e devo dire la verità, è stata una lettura davvero piacevole.

Nonostante l'inizio sia abbastanza lento e manca un po' di quella dinamicità che serve a non appesantire una trama, il romanzo si fa leggere con piacere, soprattutto le descrizioni che l'autore regala al lettore sono degne di nota.

In un'ambientazione storica come la Francia del'700 si snoda la storia dei piccoli gemelli Will e Danny, cresciuti in un orfanotrofio dopo la morte dei genitori, decidono un giorno di scappare da quella vita che li vedeva affamati, stanchi, sporchi e rinchiusi senza una via d'uscita. Da lì comincerà la loro avventura che li vede protagonisti di una ricerca. Le pietre dell'Etere devono essere ritrovate prima che l'Oscuro Signore ne venga in possesso, perchè niente potrà fermare la sua voglia di potere.

Amici Lettori sono sicura che leggendo di genitori morti improvvisamente e di un Oscuro Signore siete arrivati a pensare che questa storia suoni vagamente familiare. Eh sì, anch'io ho avuto la stessa impressione all'inizio, probabilmente l'autore è un fan della saga del maghetto più famoso al mondo, ma vi posso assicurare che la somiglianza con Harry Potter finisce qua.

La scrittura del di Lonardo è molto elegante, si vede che c'è stata una ricerca delle parole nello specifico perché non sono messe nelle frasi a caso. Le descrizioni sono curate nei minimi particolari permettendo al lettore di immaginare per davvero la Parigi dell'epoca.

Una storia i cui temi principali riguardano la vendetta, il potere ma anche l'amicizia, la lealtà e l'amore; quello tra due fratelli uniti dallo stesso destino, quello di due amici pronti a tutto.

Consiglio questo romanzo a tutti gli amanti del genere e anche a chi si approccia per la prima volta al Fantasy perché nonostante i primi capitoli lenti, è un Epic Fantasy Made in Italy che merita di essere letto.

 

Commenti