RECENSIONE: "IL SEGRETO DI CASTEL MARINA" di Maria Cristina Pizzuto



La nostra Iris&Periplo ha letto per noi il romanzo di Maria Cristina Pizzuto "Il segreto di Castel Marina" edito PubMe.


“Il segreto di Castel Marina” è uno dei tanti racconti della nonna Erica a suoi nipoti, durante le fredde giornate delle vacanze natalizie. Una storia che fa parte del suo passato e che ricorda con una certa emozione.
Erica parla della signorina Elisabetta, amica d’infanzia, estrapolando ogni emozione e sensazione del periodo infantile, vissuto in una campana di vetro, e successivamente di quello adolescenziale, alle prese con i primi amori e le prime ribellioni.
In questo contesto Elisabetta sancirà un patto segreto che la porterà a incontrare Andrea, di cui si innamorerà perdutamente.
Sarà un fatidico incidente a stravolgere la vita dei protagonisti, in un susseguirsi di eventi che porteranno alla distruzione del già instabile equilibrio delle loro esistenze.


Il segreto di Castel Marina è il secondo romanzo della Collana Policromia dell’autrice Maria Cristina Pizzuto, edito da PubMe.
 
Una nuova storia breve, raccontata come nel primo romanzo in terza persona con le parole di Nonna Erica ai nipoti davanti al camino acceso della casa in montagna.
Il racconto di quando Nonna Erica era una bambina e della sua migliore amica di quei tempi, Elisabetta.
 
Maria Cristina Pizzuto riesce anche in questo libro a raccontare con vera maestria una bella storia, con leggerezza ma senza essere mai banale.
 
Un racconto che si legge in poco tempo, le pagine sono circa ottanta e la scrittura è semplice e risulta molto fluida.
 
Spero di leggere tante altre storie raccontate da Nonna erica, mi piace molto come vengono impostati questi romanzi.
 
Vi consiglio di cuore i titoli della scrittrice, vi lascerà a bocca aperta, perché nulla e come sembra e riuscirà a stupirvi, ne sono sicura!

Commenti