RECENSIONE: "IL RISVEGLIO DELLA CACCIATRICE" di Alessio Filisdeo



Buon Mercoledì, Amici del Blog.
Oggi vi parliamo del secondo volume della serie del vampiro più folle dell'Urban Fantasy Made in Italy.
"Il risveglio della Cacciatrice" di Alessio Filisdeo edito Nativi Digitali Edzioni.





 - Seconda parte della serie del Vampiro Nik -

"Ho imparato tre cose sul suo conto: si chiama Amanda, è una cacciatrice e paga sempre in contanti.
La prima è inutile, forse addirittura falsa; la seconda serve a mantenermi in vita, con la guardia alzata; la terza è l’unica che importa davvero."


Amanda Prince è una ragazza come tante: 24 anni, qualche tatuaggio e una vita frenetica. Adora cambiare colore ai capelli e le riesce piuttosto bene impalare vampiri per conto dell'Ordine Templare. Ma c'è dell'altro: Amanda Prince nasconde molti segreti, alcuni più letali di altri. Ora l'attende una nuova missione: andare a San Francisco, intercettare uno strano tizio di nome Nik e convincerlo con un paio di lame affilate che l'immortalità non fa proprio per lui. Insomma, un compitino all'apparenza facile facile che si trasformerà ben presto in un immane casino di proporzioni catastrofiche.
Dopo l'adrenalinico "Una notte di ordinaria follia" e lo stravagante "Le follie del vampiro Nik", Alessio Filisdeo si spinge oltre con la sua saga Urban Fantasy: un cocktail di sparatorie, bizzarri non morti, tradimenti, antiche superstizioni e un feroce nosferatu di nome... Tony?!
Questo e molto altro ancora ne "Il risveglio della cacciatrice".

Secondo volume della saga del vampiro Nik: un non-morto fuori dagli schemi, totalmente folle e dal grilletto facile.

In questa avventura la nostra protagonista è Amanda, una Cacciatrice di vampiri che si allea a Nik e al suo famiglio Dimitri, per fermare un potenziale pericolo per la razza umana: un nosferatu, più conosciuto con il nome di Tony!

Un'allenza davvero insolita, anche perché Amanda non riesce proprio a sopportare il vampiro, non solo per ciò che rappresenta, ma proprio per come è.

Alessio Filisdeo ci porta di nuovo nel mondo del folle non-morto Nik, un personaggio davvero insolito che non combatte come tutti i suoi simili usando la sua forza fisica, ma si avvale di un vero arsenale di armi. Immaturo, amante della bella vita, quasi indistruttibile e privo di qualsiasi morale.

Scritto in prima persona dal punto di vista della protagonista, il romanzo racchiude adrenalina, ironia, suspense e regala al lettore una storia vampiresca al cento per cento: senza sbrilluccichii e diete alimentari "vegetariane".
 

Commenti