A TU PER TU CON UN BLOGGER #25: "TRACCE D'INCHIOSTRO" di Paola Serra


Buon giovedì Amici del Blog.
Ospite di oggi per la nostra rubrica "A tu per tu con un Blogger" è Paola Serra del blog Tracce d'Inchiostro.


Ciao Paola,

Innanzitutto ti ringraziamo per aver accettato di partecipare alla nostra intervista. Ti proporremo una decina di domande che permetteranno a noi e ai lettori di conoscere meglio il mondo dei Blogger.

1)Raccontaci un po’ di te e di quando hai deciso di voler diventare un/una Blogger.
Grazie a voi per avermi permesso di partecipare. Da sempre ho una passione smisurata per la lettura, mi autodefinisco divoratrice seriale di libri! Ne leggo davvero moltissimi e in poco tempo! Circa un anno fa ho avuto l’idea di conciliarla con  la possibilità di dare consigli, spero, utili e un parere personale sui libri che mi avevano colpito.

2)Qual è il nome del tuo Blog? In cosa pensi sia diverso rispetto a tutti gli altri Blog?
Il Blog si chiama Tracce d’inchiostro. Non so se si differenzia dagli altri per un motivo in particolare, ciò che posso dire è che noi pubblichiamo ogni recensione relativa alle collaborazioni che ci propongono, siano queste positive che negative. Secondo noi è importante l’onestà intellettuale verso chi ci legge e soprattutto il rispetto e l’educazione nei confronti dell’autore cui tale parere viene espresso. Fortunatamente finora non abbiamo avuto problemi o polemiche… speriamo continui così!

3)Ti è mai capitato di pensare di chiudere “baracca e burattini” perché non riuscivi a ritagliare un momento della giornata per scrivere i tuoi articoli?
A dire la verità no, sarà che il blog è relativamente recente. Ci sono dei momenti in cui non riesci a concentrarti su cosa leggi o non trovi le parole giuste per esprimere cosa vorresti in una recensione: in questi casi faccio una pausa di un giorno o due dal libro o dall’articolo e poi ritorno… di solito funziona.

4)Com’è il tuo rapporto con gli autori che vogliono farsi conoscere e con le case editrici che ti contattano per dare spazio ai loro autori?
I rapporti sono davvero cordiali, sia con le case editrici con cui collaboro, sia con i singoli autori. Come spiegavo prima non abbiamo avuto problemi o polemiche legate ai nostri articoli e di questo sono grata perché, anche se piccolo, vuol dire che il nostro blog forse va verso la giusta direzione.

5)Ogni quanto pubblichi sul tuo blog e quali sono i contenuti più apprezzati dai lettori secondo te?
Non abbiamo giorni fissi di pubblicazione: di solito mi trovo a pubblicare quasi tutti i giorni le segnalazioni delle nuove uscite (self o con casa editrice, non facciamo distinzione); una o due volte a settimana abbiamo le recensioni che non hanno una data programmata. Per il resto abbiamo un giorno a settimana per i consigli da parte dei lettori, che possono scriverci e spiegarci i motivi per cui hanno amato un determinato libro (rubrica “consigliato dal lettore”). In base agli accordi presi poi pubblichiamo gli articoli e le recensioni relativi a Blogtour e review party.

6)Cosa ne pensi degli autori che criticano le recensioni dei Blogger? Ti è mai accaduto personalmente?
Essendo un’autrice emergente che ha da poco pubblicato il suo libro posso dire che mi trovo da entrambe le parti della “barricata”: quella della blogger che esprime il suo parere e quello dell’autore che ha lavorato davvero tanto prima di raggiungere quel prodotto finale. Penso che alla base del rapporto ci voglia civiltà, rispetto ed educazione. Si potrà non essere d’accordo con un parere che va nella direzione opposta alla aspettative dell’autore, ma personalmente credo solo un confronto onesto e pacifico possa essere utile. Le polemiche sterili sui social o nelle chat non servono a nulla e per fortuna non mi è mai successo di esserne protagonista, soprattutto per le mie considerazioni su un libro.

7)Quanto contano i numeri per te? (Parliamo di lettori fissi, visualizzazioni, commenti). Quanto influenzano il tuo “lavoro” da Blogger?
Per me contano davvero poco, siamo un blog piccolo e non famosissimo ma  anche un commento,  un mi piace sotto gli articoli, la richiesta di collaborazione da autori o uffici stampa nuovi e diversi dai soliti con cui collaboriamo ci danno la spinta di andare avanti. Finché  la passione resta Tracce d’inchiostro pubblicherà anche per accontentare un solo lettore!

8)Cosa deve fare un Bookblogger, secondo te, per ricevere consensi da parte dei lettori e non ritrovarsi a “parlare da solo”?
Attrarre il lettore con i suoi contenuti, che siano gli articoli, su cui io pongo l’attenzione maggiore, o le grafiche relative agli stessi. E poi coinvolgere i lettori in prima persona con rubriche dedicate, con sondaggi o giochi come vedo fare a molte blogger che seguo con piacere.

9)Fiere, presentazioni, saloni del libro. Hai mai partecipato a uno di questi eventi? Raccontaci la tua esperienza. 
Per il momento non abbiamo partecipato a questo tipo di eventi, magari in futuro… mai dire mai!

10)Un consiglio a chi vuole diventare un Bookblogger ma non ha ancora trovato il coraggio di entrare in questo strano mondo che è la blogsfera.
Il mio consiglio è quello di essere se stessi, mostrarsi per come si è, nello stile utilizzato negli articoli, nei post, non imitare ma essere semplici e originali.
Se siete timidi come me non è detto dobbiate mostrare per forza il vostro viso o fare dei video: fate ciò che vi sentite e soprattutto prendetelo come un gioco, come una passione legata a qualcosa che vi fa stare bene  cercando di mostrarla agli altri nel modo più genuino possibile.

Commenti

Posta un commento