INTERVISTA AL PERSONAGGIO #16: "LUCREZIA MARI" - KATHLEEN JULS


Rieccoci tornati, Amici del Blog, con la rubrica più apprezzata dai nostri autori: "Intervista al Personaggio".
La nostra ospite di oggi è Lucrezia Mari, personaggio del romanzo di Kathleen Juls "Un perfetto imprevisto".



     
    1)Chi è’ Lucrezia Mari? 
   Sono una donna di 31 anni che lavora nel campo dell'editoria da sempre. Ho iniziato per gioco insieme alla mia migliore amica Marta. Nel 2016 abbiamo creato insieme la New Day edizioni.

  2)Cosa ne pensi della tua storia? Nei limiti dello spoiler, sei contento di quello che ti capita nel romanzo? 
   La mia storia potrebbe somigliare alla storia di ognuna di noi. La vita ci riserva sempre dei tiri mancini e, se siamo fortunate come lo sono stata io, si possono superare con l'aiuto di chi ci vuole bene davvero e resta sempre al nostro fianco, qualunque cosa accasa. Quindi posso dire che sì, nonostante ciò che ho vissuto, sono felice per come è andata. Il sole torna sempre a splendere dopo un temporale.

    3)Hai degli hobby di cui il tuo autore parla nel libro? 
   Amo mangiare, soprattutto dolci. La mia autrice lo dice spesso e si diverte a prendermi in giro per i versi di approvazione che mi sfuggono quando mangio qualcosa che amo in modo particolare.

   4)Che personaggio sei? Un protagonista amato sin da subito o no? Sono una donna lavora nel campo dell'editoria insieme alla sua migliore amica. Sono sposata, e cerco di tenere in piedi il mio matrimonio tra alti e bassi e sogni irrealizzabili che a volte ci fanno del male.
  
   5)Pensi che qualche lato del tuo carattere possa appartenere al tuo autore?
    Penso che ci accomuni la testardaggine.

    6)Tre aggettivi che ti descrivono. 
    Caparbia, passionale, leale.

    7)Parlaci della città dove è ambientata la tua storia. 
    Io vivo da sempre a Firenze e ne amo ogni sfumatura. Specialmente la sera, quando posso salire sul tetto del condominio in cui abito e ammirare le luci che l'avvolgono e la fanno somigliare a un gioiello prezioso.

   8)Che rapporto hai con gli altri personaggi del romanzo? Ti va di presentarceli? 
   Marta è la mia migliore amica dai tempi dell'università. Lavoriamo insieme e, se non ci fosse lei accanto a me ogni giorno, di certo la mia vita sarebbe in bianco e nero. Mauro è il migliore amico di mio marito ma per me è alla pari di un fratello. Lui sa sempre come incoraggiarmi e strapparmi un sorriso. Non c'è cosa che lui e Marta non farebbero per me. So che di loro mi posso fidare ciecamente. Giorgio è mio marito, il mio grande amore. La persona che può farmi toccare il cielo con un dito ma che può anche essere la mia pena. Il nostro rapporto è sempre stato speciale, ma negli ultimi anni, a causa dei continui aborti spontanei, qualcosa si è incrinato e a volte mi sembra di annaspare in un limbo dal quale non riesco a uscire. Durante il mio cammino farò la conoscenza di Giulia e Giacomo. Lei è una ragazza frizzante e iperattiva con la passione per la scrittura. Le farò da editor e la seguirò in questa sua nuova avventura. Giacomo è il cugino, timido, impacciato ma con un cuore grande. È convinto di non capire nulla dei rapporti interpersonali, ma sa “vederti” come in pochi riescono e sa come stare accanto alle persone a cui vuole bene.

    9)La tua storia avrà un seguito? 
  Ci sarà un seguito ma non sarò io la protagonista assoluta. Altri personaggi si meritano di stare sotto ai riflettori questa volta.

    10)Se potessi cambiare il lavoro che il tuo autore ti ha affibbiato nel romanzo, cosa ti piacerebbe fare? 
   Non cambierei il mio lavoro per nulla al mondo. Occuparmi di autori e di storie da raccontare, poter leggere e scovare dei veri diamanti grezzi da portare alla luce per me è la cosa più bella del mondo. Essere editor e avere sulle spalle una casa editrice da portare avanti è stressante ma stimolante da morire. Tutte le emozioni e le soddisfazioni che mi dà il mio lavoro sono la carica per andare avanti. Insieme a Marta, ovviamente.

   11)Cosa pensano di te i lettori nelle loro recensioni? 
   Attualmente non ho molte recensioni, ma chi mi ha letto definisce la mia storia “profonda ed emozionante”.

   12)Se potessi entrare nel romanzo di un altro autore, in quale ti piacerebbe finire e perché? 
   Amo alla follia Jules Verne e di certo, un giretto sul Nautilus lo farei seduta stante.

   13)C’è un messaggio all’interno del romanzo che secondo te il tuo autore vuole trasmettere ai lettori? 
   Che la vita può riservarti sempre qualcosa di bello, anche quando vedi tutto nero attorno a te.

   14)Tre buoni motivi per leggere la tua storia. 
   Perché molte persone si possono ritrovare in me. Perché Marta e la sua solarità meritano di essere conosciute. Perché Giacomo, con la sua dolcezza e le sue paranoie vi strapperà un sorriso, inoltre rappresenta molti ragazzi che non sanno bene cosa fare nella vita, almeno fino a quando non incontrano la persona fatta a posta per loro.

  15)Rivolgiti direttamente ai lettori e cerca di catturare la loro attenzione affinché acquistino il romanzo del tuo autore. 
   Se avete voglia di sorridere e di affezionarvi a dei personaggi al punto di volerli abbracciare, o in qualche caso schiaffeggiare, se avete voglia e il bisogno di scoprire o di ricordare che basta avere la persona giusta al proprio fianco per non perdere la speranza, allora avete in mano il romanzo perfetto per voi. “Un perfetto imprevisto” è proprio questo: sorrisi, abbracci, lacrime, rabbia, gioia e speranza.

Grazie a Lucrezia Mari per aver partecipato alla nostra intervista e grazie a Kathleen Juls che si è prestata al nostro gioco ^.^



Commenti